Malattie apparato riproduttivo maschile

Alcune sono evidenti. Alcune si possono diagnosticare precocemente (*)

riproM

Le principali anomalie genitali dovrebbero già essere state diagnosticate dal pediatra, uno dei cui compiti è proprio quello di controllare il corretto sviluppo genitale dalla nascita all'adolescenza. Altre anomalie si sviluppano più tardi ed è importante conoscerle soprattutto da quando è stata abolita la visita militare, unica occasione nella quale i genitali maschili venivano controllati.

  • Varicocele
  • Infezioni genitali: uretrite, prostatite, epididimite, orchite
    che possono essere anche  Malattie sessualmente trasmesse
  • Anomalie del sistema endocrino (asse-ipotalamo-ipofisi-testicolo)*
  • Criptorchidismo (ritenzione testicolare) *
  • Anomalie genetiche (anomalie dei cromosomi sessuali e non, anomalie di alcuni geni)
  • Malformazioni dei genitali e delle vie seminali (spermatiche)
  • Danni da farmaci o terapie (in particolare anti-tumorali)
  • Orchite post parotite (dopo gli "orecchioni")
  • Malattie generali.

Segni spia che devono farci chiedere il parere di un medico.

Il medico può essere il tuo medico di fiducia o lo specialista delle malattie dei genitali maschili, che si chiama ANDROLOGO.

  • Quando ti tocchi i testicoli senti una masserella fastidiosa tipo "sacchetto di vermi". E' probabile che sia dovuta a vene dilatate e che si tratti quindi di varicocele. E' una anomalia abbastanza comune.
  • Se hai più di 16 anni e il tono della tua voce non è ancora cambiato, i genitali non sono cambiati, non hai peli nei genitali.
    Si  tratta di ritardo di sviluppo dei segni di maturazione sessuale.

  • Quando ti tocchi il sacco scrotale non ci senti dentro i testicoli, oppure senti che ogni tanto uno scompare (risale nella pancia). Si tratta di criptorchidismo. E' la più frequente anomalia genitale congenita (che si ha dalla nascita).

  • A livello dei genitali hai sensazione di dolore, prurito, accompagnate da secrezioni dall'uretra o necessità di urinare molto spesso. Talvolta può esserci un ingrossamento doloroso del contenuto della sacca scrotale , nei casi più gravi accompagnato da febbre.

  • Pecepisci una zona nodulare che prima non avevi mai sentito nella sacca scrotale.

Varicocele

Affezione dell’apparato riproduttore maschile. Si tratta di una dilatazione delle vene che circondano il testicolo.
Quando queste vene si dilatano si verifica un ristagno del sangue che provoca aumenti di temperatura.
Se di grado elevato, il varicocele può portare ad una progressiva diminuzione degli spermatozoi per arrivare all’infertilità.
I sintomi possono essere un dolore sordo dei testicoli o un senso di pesantezza dello scroto.
Bisogna però chiarire che il varicocele è molto comune e soltanto una parte degli uomini che ne è affetta ha disturbi della fertilità. Molti infatti hanno un liquido seminale perfettamente normale. Quindi nel caso in cui siate affetti da varicocele NIENTE PAURA !!! E' necessaria una valutazione del liquido seminale e con questa l'andrologo sarà in grado di stabilire se è necessaria una correzione o semplicemente tenere sotto controllo nel tempo la situazione.

logo fertilità 4usCopyright 2014  Fertilità4Us - Tutti i diritti riservati
webadmin: RC web Genova
Sito ospitato su server MCDUE Servizi Internet
Leggi le informative: Informativa sui Cookies e Informativa Privacy

RC Web - siti e database personalizzati
Croci Rita