Malattie e Fertilità

Principali patologie che influiscono sulla fertilità

Chlamydia trachomatis

Che cos'è la Chlamydia?

Chlamydia trachomatis è un batterio che può causare infezione delle vie genitali. È possibile contrarlo durante il sesso per contatto con un partner infetto, anche dello stesso sesso. Sia gli uomini sia le donne possono contrarre questa infezione.

Quanto è comune?

L'infezione da Chlamydia è la più frequente malattia sessualmente trasmissibile in molti paesi occidentali (es. negli Stati Uniti). Si stima che ogni anno si verifichino almeno 2,86 milioni di nuove infezioni. Un gran numero di casi infatti non viene segnalato, perché la maggior parte delle persone affette non hanno sintomi. 
La Chlamydia è più comune tra i giovani. Si stima che 1 su 15 donne sessualmente attive di età compresa tra 14-19 anni abbia la Chlamydia.

Come si contrae?

Avendo rapporti con qualcuno che ha l'infezione. La Chlamydia può essere trasmessa anche se il rapporto non è completo e può essere trasmessa attraverso qualsiasi tipo di attività sessuale.
Le persone che hanno avuto la Chlamydia e sono state trattate possono essere infettate nuovamente se hanno rapporti sessuali con una persona infetta.
La Chlamydia può anche essere diffuso da una donna infetta al suo bambino durante il parto.

Chi è più a rischio?

Qualsiasi persona sessualmente attiva può essere infettata dalla Chlamydia. Si tratta di una malattia molto comune, soprattutto tra i giovani per una combinazione di ragioni comportamentali e biologiche.

Quali sono i sintomi?

La Chlamydia è nota per essere un'infezione “silenziosa” perché le persone infette, in circa il 60% dei casi, non hanno sintomi. Quando invece si verificano, i sintomi compaiono fino a diverse settimane dopo il contagio.

Anche quando non causa sintomi, la chlamydia può danneggiare gli organi riproduttivi.
Nelle donne, i batteri infettano per prima la cervice (la parte terminale dell'utero che sporge in vagina) e / o l'uretra (canale urinario). Alcune donne presentano perdite vaginali anomale o una sensazione di bruciore durante la minzione. Le infezioni non trattate possono diffondersi verso l'alto nell'utero, nelle tube di Falloppio e nella cavità peritoneale, causando la malattia infiammatoria pelvica (PID). La PID è generalmente asintomatica, ma può meno frequentemente causare dolore addominale e pelvico. In entrambi i casi può portare all'infertilità.
Alcuni uomini infettati presentano perdite dall'uretra o una sensazione di bruciore durante la minzione. Meno comunemente possono verificarsi dolore e gonfiore in uno o entrambi i testicoli perché la chlamydia può causare l'infiammazione dell'epididimo (epididimite), il primo tratto delle vie spermatiche che permette il passaggio degli spermatozoi verso l’esterno.
La Chlamydia in entrambe i sessi può anche infettare il retto causando dolore rettale, perdite muco-purulente e/o sanguinamento.
Chiunque presenti uno dei suddetti sintomi dovrebbe astenersi dai rapporti sessuali e consultare immediatamente un medico.

Come si previene?

L'uso corretto del profilattico riduce notevolmente, ma non elimina, il rischio di contrarre o diffondere chlamydia. Gli esperti raccomandano, infatti, alle donne sessualmente attive di eseguire periodicamente uno screening per la Chlamydia.

Come si diagnostica?

L'infezione da Chlamydia è diagnosticabile attraverso alcuni test, eseguibili in tutti laboratori, su sangue, urine, sperma o secreto cervico-vaginale.

Come si cura?

L'infezione è curabile con terapia antibiotica mirata da estendere al partner.

logo fertilità 4usCopyright 2014  Fertilità4Us - Tutti i diritti riservati
webadmin: RC web Genova
Sito ospitato su server MCDUE Servizi Internet
Leggi le informative: Informativa sui Cookies e Informativa Privacy

RC Web - siti e database personalizzati
Croci Rita